.
Annunci online

  MANCIO [ QUESTO BLOG SI E' TRASFERITO ALL'INDIRIZZO http://www.manciomarioruggiero.blogspot.it/ ]
         

ATTENZIONE !!!!!!!!!!!!!!!

QUESTO BLOG

SI E' TRASFERITO

ALL'INDIRIZZO

 

manciomarioruggiero.blogspot.it

manciomarioruggiero.blogspot.it

manciomarioruggiero.blogspot.it

manciomarioruggiero.blogspot.it

manciomarioruggiero.blogspot.it

manciomarioruggiero.blogspot.it

manciomarioruggiero.blogspot.it

 

Mancio Mario Ruggiero

            

Esiste un confine tra quello che viviamo e quello che crediamo di vivere?

E come ci rapportiamo agli altri in base a tutto ciò?

Tante cose si danno per scontate, ovvie, evidenti, ma quasi mai lo sono.

Accade anche in questo libro...

 

 

"Le cose non sono

mai quello che

sembrano"

                     Le cose non sono mai quello che sembrano

                              

 

 

© Copyright 2013 Mancio Mario Ruggiero

  LEGGI I PRIMI CAPITOLI GRATIS!!!!!

POI ACQUISTA  SU 

- www.ilmiolibro.it 

 

(anche attraverso il reader qui sotto)

 

- La Feltrinelli (librerie e/o sito) 

- Cartolandia (Via S.Chiara, 5 -Mola di Bari)

- Stores esterni (amazon,Apple, Kobo, ecc.)

(versione cartacea  Isbn: 9788891066589

ebook Isbn: 9788891066824)

CLICCA "MI PIACE" sulla pagina:

www.facebook.com/lecosenonsonomaiquellochesembrano

E POTRAI ACQUISTARLO ANCHE DA QUI

E dalla pagina facebook

 

 

 

Leggi Gratis i primi capitoli
attraverso il reader qui sotto:
 



Crea il tuo badge

Le cose non sono mai quello che sembrano

Promuovi anche tu la tua Pagina


28 ottobre 2015

VALE O NON VALE?

VALE





O NON

 

 VALE?




Che 4+6 fa 10
non è un mistero
il mio numero preferito
scomposto in due addendi
come scomposta è stata
la condotta di gara.
Il campione che diventa
il Mostro...
con buona pace di tutta la carriera...
I tentativi di giustificarsi
praticamente derisi (all'inizio)
Perchè quando sei al Top non sei più un uomo, ma una macchina perfetta!
E quando credi di essere speciale
devi fare i conti con chi questo non lo ha mai sopportato...
Avrà l'illusione di essere lui il protagonista
e sarà più carnefice degli altri
perchè spesso si è buoni
solamente
perchè non si ha

la possibilità

di essere cattivi!





Per fortuna del Valentino nazionale, dopo un primo momento in cui spuntavano i colpevolisti da ogni dove, rivisto l'episodio, molti sono tornati sui propri passi.
C'è la stampa spagnola che avrebbe voluto la squalifica per non farlo gareggiare nell'ultima gara, ma la motivazione è .....per partito preso.
Anche partendo dall'ultima posizione, il numero 46 fa paura ai sostenitori di Jorge Lorenzo, pilota spagnolo che potrebbe a questo punto "in casa" a Valencia laurearsi Campione del Mondo MotoGP
Le novità comunque sono emerse da altri filmati che chiariscono meglio l'increscioso episodio.

Ebbene si,

 "Rossi diceva la verità". Ecco il video che accusa Marquez...

anche uno dei giudici, nello spiegare una decisione che secondo la stampa spagnola sarebbe stata troppo tenera, attraverso i media fa sapere: "Rossi, né calcio né insulti. Marquez lo ha esasperato"

Che poi il pilota italiano abbia sbagliato questo è fuori discussione!
Cosa rimane oggi di tutto il polverone alzato dopo l'epilogo dell'ultimo Gran Premio?
Bèh, innanzitutto che Valentino Rossi partirà in ultima posizione e che la 10^ vittoria mondiale si allontana, nonostante il pilota italiano sia ancora primo in classifica.

Allo stato delle cose la vittoria sarebbe salva se entrambi i due contendenti, Rossi e Lorenzo non andassero a punti ed ovviamente se il pesarese arrivasse prima del suo avversario.

Esistono anche altre combinazioni di risultati che favorirebbero Valentino:
  • Lorenzo è primo e Rossi secondo
  • Lorenzo è secondo e Rossi terzo
  • Lorenzo è terzo e Rossi almeno sesto
  • Lorenzo è quarto e Rossi almeno nono
  • Lorenzo è quinto e Rossi almeno undicesimo
  • Lorenzo è sesto e Rossi almeno dodicesimo
  • Lorenzo è settimo e Rossi almeno tredicesimo
  • Lorenzo è ottavo e Rossi almeno quattordicesimo
  • Lorenzo nono e Rossi almeno quindicesimo

Voglio fare una premessa: non sono un fan scatenato di Valentino Rossi; ho sempre preferito la guida pulita di Max Biaggi, l'estemporaneità di Loris Capirossi o piloti come Mick Doohan, quindi non voglio fare il difensore d'ufficio verso un idolo.

Certo, è l'ultimo esemplare del Motociclismo della mia generazione, è italiano ... e soprattutto inseguiva il sogno di un risultato clamoroso da consegnare agli annali e ritengo non sia giusto che debba finire così.

E' comodo stare seduti in poltrona e sentenziare cosa sia  giusto e cosa sbagliato, o che lo sport deve essere portavoce di valori e di esempi, e bla bla bla bla....

ma la volete sapere una cosa?

Ma andatevene tutti a quel paese, falsi moralisti... gente  che non capisce che lo sport è fatto da uomini e che questi possono anche sbagliare....

lo sport è fatto da emozioni che la trance agonistica innalzano all'ennesima potenza.

Io penso che la maggior parte delle volte chi fa il perbenista su queste questioni, lo faccia anche come per togliersi il peso sulla coscienza delle proprie (anche piccole) "magagne quotidiane".

E poi c'è sempre quella soddisfazione di far cadere gli dei dal piedistallo, comportamento di chi di solito non vale niente anche nella propria misera esistenza.

Credo che gli errori dei campioni, coccolati e superpagati (ma in pista non vanno i soldi, ma le persone) sui quali si può discutere siano altri, quelli nei quali hanno cercato di fare i furbi, vedi evasioni fiscali varie, doping, partite vendute, ecc... Non un gesto di stizza o una reazione anche esagerata (sempre che non capiti ogni volta).

Lo sport è pieno di esempi nei quali ai campioni è capitato di perdere la testa:

Chi non ricorda il celebre morso del pugile Mike Tyson, o la testata di Zinedine Zidane a Marco Materazzi durante la finale mondiale del 2006, per non parlare della rincorsa rabbiosa di Lance Armstrong a Diego Simeoni durante il Tour de France o ai due piloti della stessa scuderia in Formula uno che diedero vita ad una battaglia esagerata durante un Gran Premio che culminò con l'incastro delle due McLaren guidate da Alain Prost e Ayrton Senna?

Ce ne sarebbero tanti altri  di esempi!

Ma oggi cosa pensate di queste persone? (magari Armostrong meriterebbe un capitolo a parte), Che siano stati grandi campioni o quasi dei malviventi che non hanno dato l'esempio ed hanno sminuito lo sport?

Bèh, credo che la risposta sia abbastanza ovvia...

Ogni sport, ad ogni modo, ha un giudice che prende provvedimenti, ci sono le squalifiche, i punti di penalizzazione e le sentenze che stravolgono quei risultati che si sarebbero ottenuti senza quella perdità di lucidità...

Alla fine ogni atleta che sbaglia viene in qualche modo già penalizzato...

A cosa serve rincarare la dose?

Una cosa però è certa, per una volta sono sicuro di voler tifare Valentino Rossi nell'ultima gara dell'anno di Moto GP...

E c'era bisogno di fare tutto sto casino per guadagnarsi un altro tifoso? ;)


 
Condividi...
Share



sfoglia     settembre        novembre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom